Home  

Il Gruppo folklorico Mata e Grifone, durante i suoi spettacoli di canti, balli e musiche tradizionali popolari Siciliani, sono impiegati circa trenta elementi, tra musicisti e ballerini, e la durata dello spettacolo e di circa due ore. Il gruppo inoltre su richiesta dell’organizzazione dell’evento, può esibirsi con il solo gruppo musicale, composto da cinque  musicisti , ed eventuale coinvolgimento anche di qualche coppia di ballerini. Lo stesso gruppo musicale esegue anche serenate d’amore. Nel periodo Natalizio il Gruppo, esegue concerti di canti e musiche Natalizie, e lo stesso, dispone anche zampognari che effettuano novene anche itineranti. I nostri spettacoli possono essere eseguiti, presso: Piazze, teatri, vie cittadine, hotel, ristoranti, ecc… , In occasione di: Feste religiose, feste paesane, sagre, meeting, serenate d’amore, matrimoni, compleanni, battesimi, e per qualsiasi altre  Nel nostro vario repertorio sono compresi:                                                                                                                                                                                                               CANTI:                                                                                                                                                                                                   Canti di serenate: Mi votu e mi rivotu - E vui dormiti ancora - ecc.

Canti tradizionali: Vitti 'na crozza Ciuri ciuri - Tarantella cantata ecc.

Canti di dispettosi: Sturnillata dispittusa - Santaluciota - ecc.

Canti di lavoro dei contadini: A pampina dill'alivu - U mulinare -

Canti di matrimoni: Cu ventu e cu suduri - La soru mia ecc.

Canti di mare come: - U paliu di barchi a rimi - N'menzu o mari ecc.

Canti di leggenda: U giganti ca Gigantissa - Colpisci -

Canti di carnevale: Carnascialate - Mottetti

Canti - fanciulleschi- ninne nanne - filastrocche - scioglilingua ecc.

Canti Natalizi: Misteri - Gaudiosi - Litanie - suonate di Zampogna ecc.

                                                                           

                                                                                     BALLI                                                                                         :                                                                                                                                                                                                                                     Ballo della corda  “U ballo da’ cordella”                                                                                                                                                                                                    ballo pagano ha origini del XIV° secolo, all'epoca, si usava ballare, durante le feste di primavera, simboleggiava, le quattro stagioni, e per augurare la buona riuscita della raccolta del grano, dell’uva delle olive. E’ un intreccio di 24 o più corde colorate che si intrecciano, e si sciolgono attorno ad un palo di circa alto 5 metri.

                                                              Ballo del mare (Tarantella del Mare)                                                                                                                                                                                           veniva ballato, dai pescatori con le loro famiglie e la gente del luogo, per festeggiare una buona riuscita di un’abbondante pesca, come la pesca dei tonni (Mattanza) e la raccolta del corallo.                                                                            

                                                             Ballo dei Giganti, (Tarantella Missinisi)

viene ballato ancora oggi, in modo estemporaneo, e dalla gente comune numerosissima presente durante i festeggiamenti della leggenda delle due statue equestri “Mata e Grifone” fondatori di Messina, da cui il gruppo prende nome, che si svolge come sempre ogni anno nel mese di agosto.

                                                            Ballo della raccolta dell’uva (U Ballittu)

ancora oggi anch’esso viene ballato, in modo estemporaneo in tutta la nostra Provincia di Messina in particolar moto in un paese della zona sud di Messina chiamato “San Filippo”e veniva ballato dai portatori d’uva, dalle lavoranti, durante la vendemmia e la pigiatura dell’uva.                                                                                                                                   

                                                                     Gli strumenti che usiamo:   

Fisarmonica- chitarra- mandolino- zampogna- organetto- tamburello - fischietto - piffero-  marranzano e tanti altri strumenti popolari.                                                                                                                                              

                                                         Manifestazione organizzata annualmente dal Gruppo

Raduno Regionale della Zampogna -                            

                                                                Discografia (i nostri CD in vendita)

CD - Cantannu - sunannu e ballannu

CD - Li nuveni da nascita

CD - Acquerello siciliano

CD - "Friscalettu 'ntra lu strittu"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi Siamo
  La Leggenda
  Photogallery
  Attività
  Lo Spettacolo
  Curriculum
  I Premi
  Messina in Breve
  Video
  Musiche e Canti
  Gli Abiti
Contatti
Nostri Strumenti
Popolari in Vendita
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

Per ulteriori informazioni:

Presidente dell'Associazione Culturale
Orazio Grasso
Via Strada Militare, 5 Bordonaro
98145 - Messina

Tel.: 090.688345  -  Cell.: 347.1811973
oraziomg@alice.it